Blog: http://eldas.ilcannocchiale.it

Come eravamo.....

Gli impiegati pubblici infedeli possono essere sospesi in 48 ore , licenziati nel giro di un mese e , se il dirigente non prende provvedimenti, potrà essere sanzionato a sua volta.


C'è chi dice che le leggi c' erano già.....però 20 anni fa un capufficio che avesse osato tentare di  ristabilire un minimo di correttezza in un ufficio paragonabile a quello di Sanremo, rischiava le ire del sindacato, e poichè i Dirigenti provinciali e regionali avevano bisogno dell' appoggio sindacale per le loro personali carriere, ecco che il capufficio in questione veniva coinvolto in una serie infinita di ispezioni e di provvedimenti disciplinari (quali trasferimento d'ufficio).

Non sto parlando di casi ipotetici, ma di ciò che realmente è accaduto a mio marito. Addirittura arrivarono a mettere in scena degli ammanchi di cassa , il primo dei quali fu ripianato a metà col vice-capo (per responsabilità oggettiva) e il secondo fu prontamente sventato facendo sospendere le attività dell' ufficio fino alla ricomparsa della mazzetta sottratta poco prima.

Fino ad allora chi finiva in questo tritacarne, si era sempre arreso, chiedendo il pensionamento anticipato. Nel caso n questione invece la persecuzione durò ben sei anni, durante i quali nei fine-settimana o nei periodi di vacanza c' era sempre un verbale di ispezione da confutare o una difesa da presentare alla Direzione Centrale.

Naturalmente io aiutavo mio marito nella preparazione di queste "memorie", dato che l' avvocato a cui ci eravamo rivolti in un primo momento riuscì a far scadere i termini di un ricorso (forse perchè il sindacalista aveva saputo a chi ci eravamo rivolti?).

Non so quale efficacia operativa avranno le nuove norme, ma certo è che saranno sempre meglio di quelle che ci siamo lasciati alle spalle.

Pubblicato il 25/1/2016 alle 8.7 nella rubrica altri tempi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web